Fase 2 e bambini: qualche consiglio pratico

Come potrebbe essere vissuta la fine del lockdown da un bambino?

Alcuni sono contenti perché potranno rivedere i nonni, anche se non abbracciarli.

Altri sono spaventati perché hanno sentito che dovranno mettere la mascherina, è fastidiosa e si vergognano.

Sicuramente sarà un cambiamento (un altro) ed è importante accompagnare i bambini ad accoglierlo con prudenza, ma anche con serenità.

Usiamo la creatività per abituare bambini a familiarizzare con la mascherina: ad esempio creare con loro delle mascherine personalizzate, con i supereroi o le principesse (magari associando alla mascherina scudi o scettri dai poteri magici, che funzionano solo quando la si indossa); stesso discorso per i guanti, sui quali si può disegnare, mettere lo smalto…

Il nostro suggerimento è farsi vedere con la mascherina, mostrare che tutti la indossano e introdurla anche nella quotidianità del gioco (nel corso del primo incontro con altri bimbi si potrebbero coinvolgere le famiglie in una gara alla mascherina più bella!).

Nell’ottica della Token Economy si potrebbe associare l’indossare la mascherina con un premio (una figurina, poter stare di più con i nonni, un gelato….).

Consigliamo anche la lettura di fiabe e storie sul Coronavirus, in rete ne circolano diverse, a noi è piaciuta la storia dello “Scienziato volante”, scaricabile gratuitamente nella versione illustrata all’indirizzo www.kidpass.it. Nello stesso sito trovate anche la canzone della storia e il video per ballare con i vostri bambini!

Le indicazioni su chi debba indossarla al momento non sono chiare, ma sembra che dai 2 anni in su sia indicata, pertanto meglio partire per tempo con giochi e operazioni di normalizzazione del suo utilizzo!

Le mascherine per i bambini sono già nelle farmacie, sono più piccole ed è importante scegliere quelle ANTISOFFOCAMENTO.

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e Psicoterapeuta

Centro Apprendo

Condividi la tua opinione

× Chatta con noi