Sara Buzzichelli

Psicologa e Psicoterapeuta


PSICOTERAPIA INDIVIDUALE
Per affrontare le sofferenze e le difficoltà psicologiche che sembrano insormontabili e mettono a repentaglio la vita quotidiana e aprirsi nuovamente con serenità al futuro.
Percorsi di psicoterapia individuale o di coppia secondo l’approccio cognitivo-neuropsicologico
.

COUNSELING E SOSTEGNO PSICOLOGICO
– Attività di counseling individuale e di orientamento ai servizi.
– Assistenza e sostegno psicologico rivolto ai famigliari di pazienti psichiatrici o colpiti da demenza o cerebrolesioni congenite o acquisite.
– Sostegno alla genitorialità anche in caso di adozione o affido.

PSICOLOGIA CLINICA E DIAGNOSI PSICOLOGICA
Colloqui clinici finalizzati ed esame psicodiagnostico in caso di:
– Disturbi d’ansia (fobie, attacchi di panico, ansia generalizzata, dist. ossessivo-compulsivo, dist. post- traumatico da stress).
– Disturbi dell’umore (depressione, dist. Bipolari).
– Disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia nervosa, binge-eating disorder).
– Dipendenze (da alcool, gioco d’azzardo, internet, ecc.)
– Disturbi dissociativi.
– Disturbi di personalità.
– Disturbi specifici nell’apprendimento (dislessia, disgrafia, discalculia, ecc.).
e ogni forma di disagio e sofferenza psicologica.

ESAME NEURO-PSICOLOGICO E RIABILITAZIONE 
Diagnosi, valutazione e riabilitazione di quei disturbi psicologici di tipo cognitivo (deficit di memoria, attenzione, linguaggio, ragionamento, ecc.)emotivo (ansia, depressione, apatia, irritabilità, ecc.) e comportamentale (agitazione, aggressività, impulsività, disinibizione, ecc.) – conseguenti a lesione cerebrale (ictus,demenze, malattie neurodegenerative) o solitamente legati alla sfera della disabilità e della terza età.

PREVENZIONE DEL DISAGIO PSICOLOGICO 
– Interventi di informazione e prevenzione nelle scuole, centri di incontro per giovani e associazioni.
– Informazione e prevenzione su vecchie e nuove dipendenze.
– Informazione e prevenzione sui disturbi del comportamento alimentare.
– Educazione sessuale.

ATTIVITÀ PERITALE
– Attività di Consulente Tecnico di Parte.
– Stesura di perizie psicologiche e neuropsicologiche.

PSICOLOGIA DELL’ETÀ ADULTA
– Ansia, eccessiva preoccupazione
– Attacchi di panico
– Disturbo ossessivo-compulsivo
– Tristezza e angoscia, depressione
– Disturbi dell’alimentazione – anoressia, bulimia, alimentazione incontrollata, obesità psicogena
– Dipendenze da alcool, droghe, internet e gioco d’azzardo patologico
– Sospetto deterioramento cognitivo da demenza o post-traumatico (trauma cranico, ictus ecc…).

Come si può intervenire?
Prendere un primo appuntamento non significa certamente una immediata presa in carico, i primi colloqui sono utili allo psicologo per meglio comprendere il problema presentato e al cliente per avere tutti i chiarimenti necessari rispetto all’attività dello psicologo. Solo successivamente si procederà ad un iter diagnostico, se necessario, e alla formulazione di un progetto terapeutico che lo psicologo espliciterà al cliente e che si deciderà di comune accordo di iniziare.
Per quanto riguarda l’area neuropsicologica e quindi le valutazioni di problematiche cognitive si procederà con la raccolta dell’anamnesi e la somministrazione di una serie di test adatti a diagnosticare il problema. Una volta stilata la relazione a riguardo il cliente potrà farne uso in ambito peritale ed eventualmente iniziare un percorso di riabilitazione neuropsicologica.



PSICOLOGIA DELL’ET
À EVOLUTIVA
– Metodo di Studio
– Ansia e scarsa motivazione
– Tristezza e isolamento
– Disturbi specifici dell’apprendimento – lettura (dislessia) – scrittura (disgrafia) – calcolo (discalculia)
– Disturbi dell’ Attenzione e Iperattività.

Come si può intervenire?
Il primo colloquio è dedicato ai genitori in modo che abbiano spazio per spiegare le difficoltà del loro bambino ed esprimere ansie e preoccupazione. Si affronta poi un iter diagnostico con il bambino in modo da poter individuare con strumenti specifici le difficoltà e formulare così una diagnosi e un progetto di intervento costruito a seconda delle difficoltà del piccolo. Dopo di che ci sarà un momento di condivisione con i genitori e di spiegazione dei risultati ottenuti. Solo a questo punto procede alla presa in carico per il trattamento concordato che prevederà dei momenti di confronto anche con la coppia genitoriale.

 


Formazione e modello teorico di riferimento

La Dott.ssa Sara Buzzichelli si è laureata in Psicologia a Torino ed è iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte (Iscrizione n: 5775).
E’ specialista in Psicoterapia Cognitiva Neuropsicologica.
Oltre a svolgere attività privata presso il Centro Apprendo da lei stessa fondato nel 2014, lavora come psicologa nel Centro Pilota Regionale per la Diagnosi e la Cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare dell’Ospedale Molinette di Torino nel quale svolge attività clinica e di ricerca.

MODELLO TEORICO DI RIFERIMENTO
La Psicoterapia Cognitiva Neuropsicologia (PCN) è una naturale evoluzione della psicoterapia cognitiva. Coniuga i recenti sviluppi delle neuroscienze, della psicologia dello sviluppo e della psicopatologia in un quadro teorico unitario. Ognuna di queste discipline fornisce un contributo specialistico al grande tema della psicoterapia scientifica: comprendere e spiegare i modi di essere dell’uomo, le specifiche trasformazioni psicoterapeutiche e i modi della cura psicoterapica.
La Psicoterapia cognitiva-neuropsicologica prende le mosse dalla riflessione filosofico–fenomenologica. L’individuo è visto come un chi che vive la propria esperienza nell’agire e nel sentire, emotivamente situato in un preciso contesto di riferimento.

In quest’ottica, la psicoterapia è quindi un percorso nel quale si da senso storico al problema presentato in base alla storia di vita dell’individuo e si ricostruisce una trama narrativa coerente che permette all’individuo stesso di riappropriarsi della propria esperienza nel mondo e di aprirsi a nuove prospettive future.

L’obiettivo della psicoterapia è la trasformazione di Sé, ossia il cambiamento dei modi di fare esperienza.

Questo approccio consente di individuare con precisione le aree di difficoltà su cui intervenire con trattamenti mirati e costruiti su ogni singola persona, è previsto inoltre un costante monitoraggio nel tempo delle difficoltà e quindi una costante valutazione di efficacia dell’intervento stesso.

Testi di riferimento:
Arciero G., Bondolfi G. (2009). Selfhood, Identity and Personality Styles. Wiley- Blackwell.
Arciero G. (2010). La psicologia e la psicoterapia post-razionalista: il futuro ed il passato.
Liccione D. (2011). La psicoterapia Cognitivo – Neuropsicologica, Bollati Boringhieri, Torino.

Contatti

Cell: 3470708989

Email: s.buzzichelli@gmail.com

Web: www.buzzichellisara.com

× Chatta con noi