8 cartoni animati per imparare

Durante il lockdown molte famiglie hanno dovuto rivedere le attività giornaliere: spesso i bambini si sono trovati a guardare la televisione anche per diverse ore mentre i genitori erano impegnati nel lavoro da casa. E’ importante ricordare che anche i cartoni animati possono essere un valido strumento per imparare cose nuove, dal lessico, ai numeri, alle emozioni.

Che cosa caratterizza i cartoni animati? Il linguaggio è semplice e immediato, il gioco è un elemento fondamentale, l’immagine in movimento è una componente che attira l’attenzione del bambino, la musica è un canale privilegiato per la comunicazione dei e con i bambini anche molto piccoli. Molti bambini, ad esempio, imparano a memoria la sigla dei cartoni e la cantano liberamente.

Il fatto che ogni giorno e alla stessa ora il bambino sappia di avere un appuntamento con il suo cartone animato preferito e con il personaggio che lo anima è per lui una sicurezza.

Ecco un elenco di cartoni che i bambini possono guardare in sicurezza e quali aspetti ciascuno valorizza:

1 Peppa Pig

Questo cartone anima scene di vita quotidiana di una famiglia di animali personificati; il tipo di animazione (dal disegno al linguaggio) stilizzata, semplice ed essenziale, facilita il processo di identificazione con il personaggio.

2 Masha e Orso

L’amicizia tra questi due personaggi: un grande orso buono e una bambina birichina, attrae l’attenzione di molti bambini. Anche in questo caso le scene ritraggono momenti di vita quotidiana e mettono in evidenza avvenimenti importanti come compleanni, Natale, tutto ciò in cui il bambino sente di potersi identificare.

3 Curioso come George

George è una scimmietta che vive insieme al Signore con il cappello Giallo, un uomo che si prende cura di lui e con il quale impara molte cose curiose: insieme i due personaggi vivono esperienze uniche. In questo caso la scimmietta non parla ma esprime ugualmente il suo vissuto emotivo in maniera esplicita. La curiosità della scimmietta coinvolge i bambini rendendoli partecipi in prima persona di storie e avvenimenti inconsueti e originali.

4 La dottoressa Peluche

Peluche è una bambina alla quale piace prendersi cura dai suoi piccoli amici animali e grazie alla sua sensibilità, tutto prende vita e si colora. Il suo dono? Quello di aiutare gli altri sempre e comunque. Grazie al suo carattere positivo e solare, il bambino comprenderà immediatamente che la migliore delle medicine è l’amicizia.

5 PJ Masks i superpigiamini

Di giorno sono tre bambini, ma di notte, indossati i loro pigiamini e chiusi gli occhi, comincia il lavoro da supereroi che li trascina in un’avventura emozionante sotto la luce della luna. Connor, Amaya e Greg diventano Gattoboy, Gufetta e Geco: i tre protagonisti hanno caratteristiche diverse tra loro, eppure insieme riescono a combattere e sconfiggere i cattivi che minacciano la comunità.

6 Paw Patrol

Un simpatico cagnolino animato che di mestiere fa il pompiere, con l’aiuto dei suoi amici che interpretano altre forze dell’ordine, cerca di aiutare il prossimo mettendo in atto interventi di supporto con la simpatia e la carica che lo contraddistingue e che contraddistingue il gruppo di amici. I personaggi di Paw Patrol insegnano che l’unione fa la forza e che insieme di possono vivere avventure coinvolgenti e bellissime.

7 Topo Tip

La serie prescolare racconta le piccole storie quotidiane di un topino di 4 anni, vivace e intraprendente come tutti i cuccioli, ma anche capriccioso e ostinato come tanti bambini di quell’età. In ogni episodio TIP farà capricci e marachelle, ma alla fine capirà dove ha sbagliato e imparerà la lezione. Vengono così messe in scena le affascinanti avventure che ogni bambino, percorrendo lo straordinario viaggio del crescere, si trova ad affrontare

8 Giust’in tempo

In ogni episodio il protagonista Giustino risolve un problema relativo al mondo dell’infanzia – come la condivisione, il lavoro di squadra oppure il prestare attenzione – in compagnia del suo amico Ciuffetto, un pupazzetto giallo in grado di assumere la forma di qualunque altra cosa. Ad ogni avventura Giustino e Ciuffetto incontrano la loro amica Olivia, la quale vive nel mondo immaginario in cui sono entrati e che è sempre perfettamente inserita nel contesto. Insieme, i tre risolvono il problema che Giustino doveva affrontare nel mondo reale e, al termine di ogni episodio, i genitori di Giustino, pongono fine all’immaginazione richiamando tutti alla realtà.

Spazio anche a quei cartoni animati considerati dei classici che piacciono tanto ai bambini – e non solo – e che potrebbero essere considerati più educativi rispetto ad altri, infatti racchiudono al loro interno tutte quelle caratteristiche riassunte precedentemente.

Non sapete quale scegliere e quale guardare con i vostri bambini? Optate per Frozen, Alla ricerca di Nemo, Pinocchio, Oceania e Cenerentola.

Silvia Alasia

Psicologa

-Centro Apprendo-

Condividi la tua opinione

× Chatta con noi